Tifoso ospite aveva lanciato fumogeno contro i tifosi del Fano, arrestato dalla Polizia

Tifoso ospite arrestato per lancio di fumogeno durante la partita del Fano.
Personale della Polizia di Stato, in forza al Commissariato di P.S. di Fano, nel corso di un servizio di ordine pubblico diretto dal Vice Questore Stefano Seretti, predisposto in occasione della partita di calcio del campionato di serie D Alma Juventus Fano/Teramo, tenutosi nella serata del 13 febbraio allo Stadio Mancini, ha arrestato un 21enne italiano, facente parte della tifoseria ospite, responsabile del lancio di un fumogeno.

In particolare il giovane, nel corso della competizione sportiva, aveva acceso un fumogeno all’interno del settore ospiti, lanciandolo, con un volo di circa 30 metri, in quello dedicato ai supporters fanesi, con il concreto rischio di colpire qualcuno degli spettatori presenti, evento che solo per caso non si verificava.

Gli immediati accertamenti esperiti dal personale della Squadra Informativa e del Posto di Polizia Scientifica del Commissariato di P.S. di Fano, effettuati anche tramite l’esame delle immagini dell’impianto di videosorveglianza, consentivano di identificare l’autore del lancio, il quale, enucleato dai poliziotti dal gruppo di un cinquantina di tifosi ospiti durante la fase del deflusso del pubblico dallo stadio, veniva tratto in arresto, stante la flagranza del reato di lancio un fumogeno (fattispecie prevista e punita dalla vigente normativa contro la violenza negli stadi). Lo stesso, nella mattinata odierna, veniva sottoposto a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Pesaro, venendo condannato a mesi 6 e giorni 20 di reclusione, con pena sospesa, oltre che al divieto di accesso alle partite della squadra del Teramo, per la durata di un anno.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito