Titoli di coda all’ex Cinema Odeon, in arrivo parcheggio e supermercato tra i malumori

PESARO Nel corridoio esterno restrostante al complesso di via Salvatori, dal quale una volta si usciva dopo aver visto un film nella sala cinematografica del Cinema Odeon, ora c’è un cancello sbarrato e l’erba alta. All’ingresso principale una serranda nasconde le vetrate dell’ingresso principale. Lì a fianco la bacheca riporta il manifesto, orami sbiadito, di uno spettacolo teatrale del 2013. Quello stabile, nei piani che sono già stati presentati al Suap del Comune, diventerà un supermercato, con lo spostamento del vicino Conad di via Correnti. Al posto del campo da basket, dovrebbero essere realizzati parcheggi a servizio del supermercato. Il bar invece resterà, ma spostato di qualche metro rispetto alla collocazione attuale, restando comunque sempre nel complesso.

E’ intervenuto con una nota negli ultimi giorni sulla questione dell’ex Cinema Odeon, il consigliere di Forza Italia Alessandro Bettini: “Ieri come oggi tutta l’area dell’ex cinema Odeon appartiene al vecchio partito comunista che prima di fondersi con la Margherita di Rutelli blindò tutto il suo immenso patrimonio edilizio in tante fondazioni che a Pesaro si chiama XXV aprile. Si racconta che alla costruzione del cinema Odeon e del circolo limitrofo abbiano contribuito gratuitamente decine di operai e muratori che credevano nel partito. Oggi con una decisone discutibile tutto verrà demolito per far posto all’ennesimo supermercato, media struttura, che intaserà ancora di più una via stretta, già congestionata da traffico e mancanza di parcheggi come hanno fatto presente a Ricci i residenti del quartiere. Non so se Ricci ha avuto il coraggio di dire ai cittadini del rione che la mancanza di parcheggi verrà risolta cancellando il campetto da basket per farci tanti bei posti auto al servizio del Conad! I quotidiani hanno riportato che il sindaco abbia affermato che “l’ultimo progetto è attinente al piano regolatore e, quindi, non ci può fare nulla” come se la demolizione per farci un supermercato fosse prevista dal piano regolatore. Nulla di più falso perché per trasformare il cinema in supermercato sarà necessaria una variante votata dal Consiglio comunale attraverso una pratica specifica del Suap. Chissà come la prenderanno quei ragazzi che frequentavano il campetto e quanti a suo tempo hanno contribuito alla sua costruzione? Anche il partito di cui la fondazione XXV ne è l’erede, si è convertito alle “valorizzazioni urbanistiche” con buona pace di tutti”.

Condividi
Thomas Delbianco

Thomas Delbianco

Gli occhi sulla città, da una vita. In provincia di Pesaro, non c'è pertugio dove non sia entrato il suo microfono. Dategli due ruote e una penna e vi racconterà il mondo.

thomas-del-bianco has 553 posts and counting.See all posts by thomas-del-bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito