Strada San Nicola chiusa da otto anni per una frana, protestano i residenti

PESARO.  Strada San Nicola, che dalla zona di Muraglia raggiunge il quartiere delle Colline e dei Castelli, è chiusa da otto anni a causa di una frana. Il dottor Alessandro Moretti, residente in zona, ha segnalato tutti i problemi legati al blocco della strada. Parla di una “realtà non da paese civile, una zona dimenticata, una muraglia di terreno”, evidenziando un disagio che si alimenta con altri inconvenienti quotidiani, coma la mancanza d’acqua per la rottura delle vecchie tubature. E ancora la crescita di “alberi alti 4-5 metri che hanno reso impraticabile la via, diventata nel frattempo una discarica, anche a causa dell’inciviltà della gente”. Moretti ha puntato il dito anche sul rischio di ritardi in caso di emergenza, considerato che l’ambulanza, per passare, deve fare il giro largo da Trebbiantico, al di là della frana. “Gli ultimi due sindaci hanno promesso di intervenire, ma non è mai stato fatto nulla“. Il presidente del Quartiere Nicholas Blasi conosce la situazione e dice di averne parlato più volte con gli stessi residenti. “In Strada san Nicola c’è un problema relativo alla scarpata. Stiamo aspettando una perizia ma anche alcuni risvolti su denunce alla magistratura. Non può essere sufficiente soltanto un intervento del Comune per ripulire la strada dalla terra, se poi i privati non fanno la loro parte per mettere in sicurezza le scarpate. Il tratto chiuso non è interessato da abitazioni e a servizio dei residenti è stata risistemata la strada altenativa: devono percorrere qualche centinaio di metri in più per ovviare alla chiusura di strada San Nicola“. Blasi aggiunge che “l’unica attività che riscontra particolari problema è un bed and breakfast in zona, più che altro per il fatto che i Gps degli osptii segnalano di percorrere strada San Nicola e non la via alternativa“. Nel quartiere hanno puntato l’attenzione su un altro investimento. “Strada del Ghetto serve una comunità di circa 800 persone ed è necessaria la realizzazione di una strada alternativa – afferma Blasi – L’investimento è stato stimato in 600.000 euro, più o meno la cifra che servirebbe per intervenire su strada San Nicola. Ma ora la priorità va su strada del Ghetto, è lì che verranno investiti i fondi a disposizione“.

Foto Copertina: Corriere Adriatico on-line

Condividi
Thomas Delbianco

Thomas Delbianco

Gli occhi sulla città, da una vita. In provincia di Pesaro, non c'è pertugio dove non sia entrato il suo microfono. Dategli due ruote e una penna e vi racconterà il mondo.

thomas-del-bianco has 524 posts and counting.See all posts by thomas-del-bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito