“Villa San Martino non è un quartiere della droga”

PESARO. Il Tg2 martedì sera ha mandato in onda un servizio, legato alla vicenda del branco dello stupro di Rimini, nel quale è stato intervistato un ragazzino che conosce il nigeriano minorenne membro della banda, che prima di finire in galera, abitava a Villa San Martino con la famiglia. “Villa San Martino prima era un quartiere tranquillo, adesso c’è più droga“, le dichiarazioni del giovane arrivano mentre nel servizio scorrono le immagini del quartiere, a partire dalla piazzetta davanti alla parrocchia di Villa San Martino. Una descrizione che ha fatto discutere sui social, “non una bella pubblicità per questa zona di Pesaro” e in diversi hanno difeso il quartiere dall’accusa di essere un’area dedita allo spaccio di droga. “Villa San Martino è un quartiere come tanti altri, ma non certo peggio degli altri – dice il Presidente del Consiglio di Quartiere Francesco Micci io che vivo qui posso dire che questo continua ad essere un quartiere tranquillo. Ci sono tante associazioni, centri di aggregazione giovanile, scuole. Non accetto che si dicano cose simili su Villa San Martino, perchè non rispecchiano la realtà. Che poi anche qui possa capitare qualche episodio spiacevole non lo metto in dubbio, ma questo non vuol dire che sia la regola. Gli angioletti non sono tutti a Villa San Martino, ma nemmeno i diavoletti sono tutti qui“. Interviene il consigliere comunale Marco Minnucci: “Sono molto rammaricato per la cattiva informazione che è stata fatta dal tg2. Nel lancio di presentazione del servizio viene detto che i tre minorenni sono cresciuti e studiavano a villa san martino, quando invece le cronache di tutti i mezzi di informazione hanno evidenziato in più occasioni che i due ragazzi marocchini erano di Vallefoglia. Al contrario di quello che viene detto nel servizio, Villa San Martino non è il quartiere dello spaccio della città, è una zona tranquilla e vivibile dove non sono mai emersi fenomeni criminali di rilievo. Nessuna città è un’isola felice, abbiamo delle problematiche in alcuni punti della città come il Parco miralfiore o la stazione, ma trattasi sempre di fenomeni di micro criminalità che grazie all’abnegazione e alla professionalità delle forze dell’ordine vengono contrastati con successo. È stato commesso un crimine crudele e spietato, sono state inflitte feroci sofferenze alle vittime, auspico pene giuste e rigorose senza sconti e senza attenuanti e non accetto nessun genere di strumentalizzazione per un evento così tragico“.

Condividi
Thomas Delbianco

Thomas Delbianco

Gli occhi sulla città, da una vita. In provincia di Pesaro, non c'è pertugio dove non sia entrato il suo microfono. Dategli due ruote e una penna e vi racconterà il mondo.

thomas-del-bianco has 524 posts and counting.See all posts by thomas-del-bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito