Fiume Foglia: 10 milioni pronti ma i lavori non partono. Ucchielli scrive alla Regione

VALLEFOGLIA – I soldi ci sono ma non si riesce a spenderli. E’ una delle tante assurdità della politica italiana, come documenta bene anche Repubblica.it, in un articolo che spiega come su 8 miliardi pronti per il piano “Italia sicura”, siano stati spesi solo 100 milioni .

La Regione Marche e la provincia di Pesaro non sfuggono a questo triste immobilismo, con buona pace del contratto di fiume e quindi il sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli, ha preso carta e penna e ha deciso di scrivere al Presidente e all’Assessore della Giunta Regionale per richiedere interventi urgenti sul fiume Foglia e sul Fosso Taccone in località Montecchio, per l’utilizzo di circa dieci milioni di euro, stanziati da diversi anni, per la messa in sicurezza dell’intero centro abitato di Montecchio.

“Con la presente – scrive Ucchielli – si chiede di intervenire urgentemente sulla messa in sicurezza del Fiume Foglia, per il quale sono stati stanziati oramai da diversi anni circa dieci milioni di Euro, al fine di evitare drammatiche vicende tipo quelle che vediamo sempre più frequentemente in giro per l’Italia. Si chiede perciò di non indugiare oltre nella cantierizzazione dell’intervento, visto che il mutato regime pluviometrico che da diversi anni sta interessando sempre più frequentemente il nostro territorio, richiede la necessità di interventi straordinari per fronteggiare situazioni che potrebbero essere molto pericolose per la cittadinanza e le imprese presenti lungo l’asta fluviale. Con la presente si richiede inoltre un intervento straordinario anche sul Fosso Taccone che rappresenta una dei principali affluenti del Fiume Foglia nel territorio del Comune di Vallefoglia e che attraversando nel suo sviluppo il centro di Montecchio, rappresenta in caso di esondazione dovuta alla rottura degli argini del lago Ceccolini nel Comune di Tavullia, un elemento di grave criticità e pericolosità per i non pochi abitanti e le imprese ivi residenti. Certi di un sollecito riscontro si porgono i più distinti saluti.”

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito