Ex carcere minorile, il comparto degradato verso la vendita

PESARO. Le immagini del degrado che avanza all’ex carcere minorile, sul lato di via Bertozzini, sono impietose. Pubblicate sui social negli ultimi giorni, hanno scatenato una serie di reazioni di disappunto e amarezza. “Una vergogna“, “che bruttura“, “l’abbandono totale“. Recentemente sono stati avvistati alcuni operai sul tetto per rimuovere alcune parti pericolanti. Abbattuta la cinta muraria, il resto del comparto è stato riaperto alla città, tra appartamenti, il centro per il lavoro, e l’area sportiva nel parco centrale, sppeur con i noti problemi legati alla consegna dei campetti e degli spogliatoi. Ma l’ala esterna è rimasta senza futuro, accompagnata da un inesorabile declino, visivo e strutturale. Ma in fondo al tunnel potrebbe vedersi uno spiraglio di luce “Pochi giorni fa siamo andati dal notaio – dice l’assessore alla Gestione Antonello Delle Nociper ridefinire le quote di proprietà. Ora il Comune ne possiede il 40% e la Provincia il restante 60%. L’obiettivo è quello di alienare l’immobile e utilizzare le entrate per riqualificare il vicino piazzale Primo Maggio, che può diventare il collegamento tra centro storico e zona mare, attraverso l’area di vie Marconi e del palazzetto, anch’esso vicino ad un’operazione di recupero. Verificheremo se ci sono degli interessi all’acquisto, ma sembrano già esserci potenziali acquirenti”. Gli uffici comunali stanno effettuando una stima del valore di vendita. La destinazione? “Il Prg prevede una parte di commerciale e una parte legata anche all’attività di servizi. Il progetto originario prevedeva di realizzare un bed and breakfast, che potrebbe restare interessante anche dal punto di vista turistico”.

 

Il servizio che abbiamo realizzato un anno fa

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito