Dopo due anni, Orciano ha di nuovo la sua strada. Da oggi passano anche i mezzi pubblici

TERRE ROVERESCHE – Era da oltre due anni che gli abitanti di Orciano e non solo, aspettavano di vedere finalmente riaperta la provinciale 5 bis, arteria fondamentale per la zona, tranciata dalla voragine che si è improvvisamente aperta la notte del 2 ottobre 2015, all’altezza di Via Kennedy.

Ieri finalmente,  sindaco di Terre Roveresche Antonio Sebastianelli, il presidente della Provincia Daniele Tagliolini ed il consigliere regionale Federico Talè (nella foto a sx) hanno potuto rimuovere il cartello “strada chiusa” dalla provinciale 5 bis “Mondaviese” che attraversa il centro abitato di Orciano, ora nuovamente transitabile. Già ieri sulla strada è passato lo scuolabus e da oggi transiteranno i mezzi di trasporto pubblico locale, con il ritorno del mercato nella sede storica. Insieme ai tre amministratori, c’erano il parroco di Orciano don Mirco Ambrosini, che ha benedetto la strada, il consigliere comunale Sauro Baldini e l’ingegnere Massimiliano Magnani, direttore dei lavori, finanziati per 120mila euro dalla Provincia, 130mila euro dalla Regione e 150mila euro da Marche Multiservizi, eseguiti dall’impresa “Nuova Lesa” di Civitanova Marche che ha realizzato una gabbionata ai piedi della scarpata e ricostruito il rilevato stradale nel tratto danneggiato. Per l’asfaltatura bisognerà aspettare il normale assestamento del terrapieno ed il completamento delle reti di Marche Multiservizi.

Oggi è un momento di festa per tutti – spiega Antonio Sebastianelli –, riconsegniamo questa infrastruttura al territorio grazie all’intervento della Provincia, della Regione Marche e di Marche Multiservizi. Voglio ringraziare anche la popolazione e le attività commerciali per la pazienza dimostrata, così come la passata amministrazione di Orciano. Da oggi la vita torna alla normalità”.

La strada – ha evidenziato Daniele Taglioliniviene restituita all’intera comunità. Nei prossimi mesi prevediamo altri interventi su questo territorio. Ringrazio i cittadini, con cui mi sono confrontato in assemblee pubbliche, così come Regione Marche, Marche Multiservizi, Comune di Terre Roveresche e personale della Provincia, in particolare il dirigente del Servizio Viabilità e progettazione opere pubbliche Sandro Sorbini, il direttore dei lavori Massimiliano Magnani, il direttore generale della Provincia Marco Domenicucci ed il responsabile del Servizio Programmazione opere pubbliche Giuseppe Rombini”.

“Il primo ringraziamento va ai cittadini – conclude Federico Talè – per la pazienza dimostrata di fronte alle lungaggini burocratiche subite, che purtroppo non abbiamo potuto evitare. Finalmente siamo riusciti a riaprire questo tratto di strada, facendo ognuno la propria parte. E’ motivo di grande soddisfazione”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito