Il carro di Rossini conquista Fano. Polemiche per le misure di sicurezza

FANO– E’ stato i protagonista della prima sfilata del carnevale di Fano: il Carro di Rossini ha conquistato i fanesi e lo stesso Sindaco di Pesaro Matteo Ricci, che ha subito pubblicato una foto del carro con i complimenti. “Complimenti a Piccinetti, alla carnevalesca e a Massimo Seri, Domenica si replica e si apre il corteo con Rossini”. Già dalla mattina, con il Carnevale dei Bambini, si era capito che viale Gramsci sarebbe esploso dalla solita marea di gente che, soprattutto negli ultimi anni, viene a vedere il la kermesse carnevalesca più antica d’Italia. “Buona la prima – ha commentato la presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli – anche il fattore sicurezza, nonostante ci siano stati alcuni momenti in cui i varchi sono stati chiusi, causa raggiungimento del numero massimo imposto dalla prefettura, ha permesso a tutti di entrare al Carnevale, perché nel momento in cui uscivano delle persone, ne facevano entrare altrettante. La cosa più importante è che tutto si è svolto senza incidenti di alcun tipo. Non dimentichiamoci che è stata la prima volta in assoluto di una chiusura di sicurezza così importante”.

In realtà, non sono mancate le polemiche di chi ha dovuto fare i conti con le misure di sicurezza che imponevano il numero chiuso di partecipanti, ma non ci sono stati problemi degni di nota, se non la rabbia di chi non si era informato e ha dovuto affrontare più code del solito.

Il Getto è stato ovviamente uno dei momenti più apprezzati. Dopo quasi 20 anni, è stato composto da solo cioccolato. Nonostante ciò il fatidico lancio è stato addirittura più copioso del solito poiché il Getto privato delle caramelle, non è stato ridotto di quantità. Ad aprire il corteo, dopo i 3 classici colpi di cannone, la Presidente dell’Ente Carnevalesca, una delegazione di Gandia, e ben 2 Vulón: quello ufficiale, interpretato dall’attore comico Geoffrey Di Bartolomeo e un altro, fotografatissimo e acclamatissimo, il sindaco Massimo Seri (nella foto a sinistra con la maschera). Decine i bambini e anche gli adulti che hanno preteso un selfie con il primo cittadino.

I protagonisti assoluti sono stati i Carri di prima categoria capeggiati, anche se di fatto ha chiuso il corteo, da La Calunnia è un Venticello, gigante di cartapesta dedicato al maestro Gioacchino Rossini, realizzato dall’Associazione Carristi Fanesi, su bozzetto del maestro Pierluigi Piccinetti. L’impotente opera su ruote ha stregato i presenti e si è lasciata ammirare, staccandosi più volte dal corteo. Il tutto è stato reso ancora più magico durante l’immancabile giro della luminaria, dove i carri allegorici si sono incendiati in un mix di colori e luci. A completare le sfilate, le tante mascherate presenti e le street band come Le Girlesque, unica band di strada in Italia, composta da sole donne.

Intorno alle 18 la festa si è spostata su piazza XX Settembre dove gli speaker di Rtl, che durante il pomeriggio si sono goduti il Carnevale di Fano, sul carro “La Gazza Ladra”, hanno fatto ballare i presenti.

Piazza XX Settembre che ha accolto anche i 3 palchi vincitori. Il primo premio, un viaggio per 15 persone messo in palio da Tuquitour, è andato a “Una lacrima sul viso, in mutande col sorriso” (23, 24, 25, 26, 27). Seconda posizione per “I Messicani” (42, 43). Terza posizione per Happy Bear (32).

Le grandi sfilate del pomeriggio, riprese anche da Rai News 24, sono state anticipate dal Carnevale di Bambini che, come l’anno scorso, ha fatto il pienone. Il Vulón , assistito dai membri del consiglio dei Bambini, ha portato i presenti in un viaggio fantastico all’interno dei carri di prima categoria, spiegati e raccontati anche dai maestri carristi. Grande successo anche per il Can Can del Carnevale che ha riempito piazza XX Settembre, grazie alle sfilate degli amici a 4 zampe.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito