Il cuore non basta La VL perde in casa con Cantù, la salvezza si complica

di Stefano Lorenzoni

PESARO –  Brutta sconfitta per la Vuelle Pesaro contro una solida Red October Cantù. La partita si è dimostrata per i biancorossi veramente difficile, soprattutto mentalmente, come si preannunciava alla vigilia. Quattro giornate al termine del campionato. Due punti dalla salvezza.

Una diretta concorrente alla salvezza, Betaland Capo D’Orlando, che si sta dimostrando in queste ultime giornate molto determinata a non retrocedere.

Una Red October Cantù alla ricerca di due punti importanti per assicurarsi la qualificazione ai playoff. La pressione per i giocatori biancorossi era veramente tanta ma sinceramente ci si aspettava qualcosa di più. Troppi i cali mentali e di concentrazione che alla fine hanno segnato inevitabilmente il risultato finale.

La partita inizia con il primo possesso per la Vuelle.

Per gran parte della prima frazione di gioco le squadre si affrontano in un sostanziale equilibrio. Negli ultimi due minuti l’attacco dei biancorossi però si spegne di fronte a una difesa biancoblù decisamente più reattiva e fisica, che permette agli ospiti di costruire un primo sostanziale vantaggio. Vani risultano i tentativi di coach Massimo “Cedro” Galli di riportare ordine nella squadra con un time-out ed opportuni cambi. Solo un recupero a rimbalzo di Eric Mika allo scadere della prima frazione di gioco riesce a ridurre il distacco a 18-23.

Nel secondo quarto la Vuelle ritrova inizialmente il proprio ritmo di gioco in attacco, faticando però in difesa a trovare contromisure adeguate contro l’incontenibile fisicità di Charles Thomas, poco sfruttato sino a quel momento. 

A meno di 2’ dall’inizio del quarto, maestosa stoppata di Andrea Ancelotti su entrata di David Reginald Cournooh.

Col passare dei minuti, i biancoblù aumentano l’intensità della propria difesa e con facilità riescono a spegnere nuovamente l’attacco biancorosso sempre più statico e prevedibile. Rispetto alla prima frazione di gioco, l’eclissi in attacco si ripercuote però vistosamente anche sulla difesa biancorossa. Facile per Cantù travolgere in questa fase una Vuelle completamente frastornata, grazie anche a Jeremy Chappell, Ellis Perry e Randy Culpepper, precisissimi al tiro.

Il primo tempo si chiude così 34-51 a favore degli ospiti.

Supportato dal suo pubblico, i biancorossi rientrano in campo dagli spogliatoi dando sfoggio di una grande e ritrovata intensità difensiva e, grazie ad un incontenibile Rotnei Clarke, autore di ben 12 punti in questa frazione di gioco, riescono a riportarsi anche sul -8. A fianco di Rotnei Clarke, c’è però il vuoto o poco più in attacco, e così Cantù, con pazienza, alla fine del terzo quarto riesce a riallungare a 52-67.

Nell’ultimo quarto, i biancorossi continuano a lottare, riavvicinandosi nuovamente agli avversari, grazie anche ad una buona difesa e ad un buon gioco di squadra in attacco. Le speranze hanno però vita breve. Al momento opportuno, i biancorossi mancano a più riprese l’occasione per riaprire veramente l’incontro. Tutta linfa vitale per i biancoblù che riescono così, senza troppa pressione mentale, a riprendere piano piano le redini del gioco e a gestire l’incontro sino alla fine della partita che si conclude 82-91.

Appuntamento domenica 29 aprile 2018 a Milano contro la EA7 Emporio Armani a Milano.

Foto di copertina: VL Pesaro Basket

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito