Impresa VL: vittoria con la capolista Venezia, la salvezza a un passo

di Stefano Lorenzoni

PESARO – Dopo Milano, la Vuelle Pesaro si rende nuovamente protagonista di un’altra grande impresa in un Adriatic Arena con olte 7000 spettatori. Sotto i colpi di Rotnei Clarke e compagni, negli ultimi secondi di una partita veramente difficile, cade questa volta la Umana Reyer Venezia, prima in classifica di campionato. In questo modo la squadra di Pesaro conquista altri due importantissimi punti per conquistare l’agognata salvezza, anche se non ancora sufficienti per regalare la matematica certezza, a causa della contemporanea vittoria in casa della Betaland Capo D’Orlando sulla Red October Cantù: tutto rimandato all’ultima giornata di campionato.

Palla a due e primo possesso per la Reyer.

La partita è intensa ed il gioco veloce. Gli orogranata mostrano fin da subito una grande reattività e fisicità nel gioco che permettono loro di recuperare molti palloni vaganti e molti rimbalzi per seconde occasioni di attacco. I biancorossi però non si lasciano intimorire e con pazienza riescono a trovare un buon ritmo di gioco. Così, dopo aver subito un primo break, a quasi 6’ dall’inizio la Vulle riesce a portarsi per la prima volta in vantaggio, trascinati da Emmanuel Omogbo e Marco Ceron.

La partita rimane comunque in perfetto equilibrio e con continui rapidi capovolgimenti di fronte.

Da una parte la Reyer sfrutta la grande esperienza di Hrvoje Peric e Austin Daye e la forte presenza fisica del centro Paul Stephan Biligha.

Dall’altra i biancorossi col passare dei minuti aumentano la loro aggressività sia in difesa che in attacco.

A circa 1’ dalla fine del primo tempo, passaggio smarcante di Rotnei Clarke su Eric Mika che schiaccia di potenza a due mani, riportando in vantaggio i biancorossi.

Il palazzo esplode

La Reyer risponde subito con Austin Daye ma la Vuelle non ci sta: nuovo passaggio per Eric Mika che dall’altezza della lunetta, in entrata, va a schiacciare nuovamente ad una mano, fissando il punteggio alla fine del primo tempo sul 38-37 a favore della Vuelle Pesaro.

Il secondo tempo inizia con la stessa intensità di gioco.

Per entrambe le squadre le percentuali al tiro dall’arco non sono esaltanti ma sia gli orogranata che i biancorossi riescono comunque a regalare a tutto il pubblico delle splendide giocate in prossimità del canestro.

Col passare dei minuti gli orogranata paiono più stanchi e meno reattivi.

A circa 1’ dalla fine del terzo quarto Andrea Ancelotti recupera con astuzia un non facile rimbalzo in attacco su tiro sbagliato di Michele Serpilli, riuscendo a segnare e a portare la Vuelle avanti di 4 punti.

Nei primi minuti dell’ultimo quarto, Michele Ancelotti, prima, e Taylor Braun, dopo, si mettono nuovamente in luce recuperando dei difficili rimbalzi in attacco e segnando.

In queste ultime fasi, la partita per la Vuelle in attacco si gioca molto spesso nella capacità di procurarsi una seconda occasione al tiro o nella capacità di pescare libero Eric Mika per una facile schiacciata.

La Reyer Venezia è però sempre viva e letale.

A 2’ dalla fine dei tempi regolamentari, sul 73-67, Marco Ceron sbaglia malamente un tiro allo scadere dei 24”, consentendo un facile contropiede avversario, ottimamente chiuso da Hrvoje Peric.

Nell’azione seguente un brutto passaggio in attacco di Marco Ceron consente agli orogranata di ripartire in contropiede dove Austin Daye, lasciato consapevolmente libero da Ceron, segna facilmente dalla distanza.

A 20” dalla fine dell’incontro la Vuelle è sopra di 1 punto e palla in mano alla Reyer. Il pubblico è incontenibile e, dietro al canestro della Vuelle, quasi a ridosso del bordo campo.

La palla è gestita da Austin Daye che si avvicina la canestro ma Taylor Braun riesce a difendere magistralmente, costringendo Daye a perdere palla ad 8” dalla fine dell’incontro.

Time out. Rimessa e fallo immediato su Erik Mika che va in lunetta.

Segna il primo.

Segna il secondo.

Negli ultimi secondi, gli orogranata tentano un ultimo disperato assalto che sfocia in un buon tiro dalla distanza che, fortunatamente per tutti i tifosi pesaresi, dopo un’interminabile parabola finisce fuori.

La partita si conclude così 77-74 a favore della Vuelle Pesaro.

Appuntamento a Sassari mercoledì 9 maggio 2018 contro il Banco di Sardegna Sassari per l’ultima partita della stagione regolare del campionato.

Foto di copertina: VL Pesaro Basket

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito