Buon ventesimo compleanno Harry

di Antonino Pasqualino di Gregorio

Oggi ho voglia di suggerirvi uno dei libri più importanti della mia vita. Probabilmente uno dei libri più importanti della vita di milioni di lettori.
Voglio festeggiare con voi uno dei compleanni letterari più importanti degli ultimi anni.

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE compie venti anni. Anzi per essere onesti, la prima edizione italiana di HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE di Salani Editore, compie venti anni. In Gran Bretagna lo stesso titolo era uscito l’anno precedente.
Magari state pensando che sia una sciocchezza voler suggerire la lettura di HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE, l’anno già letto tutti. Sicuramente l’hanno già letto in molti, ma io lo suggerisco a chi non l’ha ancora fatto. Perché? Insomma il 29 maggio del 1998 è cambiato il mondo della letteratura moderna, credete che stia esagerando? Provate a chiederlo a chi lavora nella casa editrice Salani.

O se volete potremmo dare un occhio ai numeri di vendita del titolo, oppure potremmo pensare anche solo al fatto che JK ROWLING sia diventata una delle persone più influenti del mondo culturale. Potremmo parlare di come sia cambiata la letteratura per ragazzi, prima e dopo Harry Potter. Ma “questo problema gerarchico mi è sempre sembrato qualcosa di puramente accademico*”, preferisco raccontarvi perché da questo libro in poi non ho più smesso di leggere questa saga, perchè ancora oggi la considero una delle storie che mi hanno cambiato la vita.
Ho incontrato Harry e il mondo magico da adulto, avevo già trent’anni e ne sono stato attratto tanto quanto un preadolescente, ma forse, con una consapevolezza diversa. Credo infatti che questo libro, ma ancor di più la totalità della saga, siano libri con un sapore differente in funzione dell’età che si ha quando li leggiamo.
In Harry Potter ci sono tutti: Achille e Ettore, Ulisse, Enea,Il Piccolo Lord, David Copperfield, Oliver twist, I ragazzi della via Pal, Il Signore degli Anelli, Star Wars, ed i super eroi tutti. Avete capito perchè non possiamo farne a meno? Perché Harry Potter è l’epica raccontata ai ragazzi. La contemporanea esistenza di luce e buio, in ognuno di noi. Il viaggio dell’eroe verso la luce.
Ci insegna a vivere con tutta l’intensità che possiamo perché

NON SERVE A NIENTE RIFUGIARSI NEI SOGNI E DIMENTICARSI DI VIVERE”, insomma

ESISTONO MOLTI TIPI DI CORAGGIO. AFFRONTARE I NEMICI  RICHIEDE NOTEVOLE ARDIMENTO. MA ALTRETTANTO NE OCCORRE PER AFFRONTARE GLI AMICI.”
Pensate ancora che sia solo un libro per ragazzi?
Sono pronto ad approfondire tutta la saga di Harry Potter nei commenti qui sotto, sulle piattaforme social oppure venite a trovarmi in libreria MARE a Pesaro.

Buoneletture
BuonaVita

Nota dell’autore

Ho visitato la mostra dedicata ad Henri Cartier-Bresson ad Ancona, Mole Vanvitelliana e ne ho parafrasato un commento: “Il dibattito sulla considerazione e sul posto da attribuire alla fotografia tra le arti visive non mi ha mai interessato, perché questo problema gerarchico mi è sempre sembrato qualcosa di puramente accademico” (HCB  .27-11-1985).

Penso la stessa cosa sull’attribuzione gerarchica dei generi letterari.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito