E ora ?!

di Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina

Ormai moltissimi sono concordi nel sostenere che non esistono più le destre e le sinistre e se di certo non ci sono comunisti e fascisti, possiamo anche dire che le differenze tra queste mentalità e “credenze” si sono di molto attenuate fino quasi a scomparire.

Ma di certo non siamo arrivati ad un unico modo di pensare, soprattutto in Italia, dove storicamente e da sempre c’ è stata una forte “dualità” e una “dicotomia” esasperata. Pertanto ora abbiamo una parte d’ Italiani che è per il mantenimento dello status quo, dell’Unione Europea e di quanto si è fatto finora; mentre un’altra parte è per il cambiamento… praticamente in tutto e in particolar modo dell’ EU, che la si vorrebbe più vicina alle richieste ed esigenze dei Cittadini e molto meno burocratica e dipendente da Bruxelles e i suoi uffici. Naturalmente alla prima parte sono legati anche tutti coloro che hanno avuto legami più o meno diretti con i governi degli ultimi decenni, per una serie di innegabili connivenze e convivenze. Evidentemente e certamente gli interessi in gioco sono tanti. È innegabile che sono moltissimi quelli che hanno ricevuto posti e/o occasioni di lavoro, aiuti, favori, ecc. Mentre l’ altra parte vuole combattere favori, corruzioni, sprechi, sperperi, ecc. Poi ci sono coloro che ampliano i discorsi a grandi interessi internazionali : da chi pensa che da una parte ci siano Stati Uniti e Russia che vogliono indebolire l’ Unione Europea; a chi invece ritiene che dall’altra parte ci siano gli enormi interessi di personaggi come Soros o della Trilaterale, ecc. Io, per ora, non sono né da una parte, né dell’altra… ma aspetto… sperando, per il bene dell’Italia e degli Italiani, di non restare deluso ancora una volta !

Condividi
Nani

Nani

"Non c'è niente e nessuno che mi faccia sentire tanto giovane, come un giovane che ragiona già da vecchio".

nani-marcucci-pinoli has 108 posts and counting.See all posts by nani-marcucci-pinoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito