Biancani promette: “Entro un anno costruiremo la nuova sede del Potes”

PESARO – Si apre uno spiraglio nell’annosa questione della sede del Servizio Potes. A prendere l’impegno di togliere i medici del 118 dai container che attualmente li ospitano è il consigliere regionale Andrea Biancani, che assicura che il problema sarà risolto definitivamente  entro la prossima estate, costruendo ex novo un prefabbricato di legno all’interno dell’area ospedaliera.  E’ l’obiettivo fissato al termine della riunione che si è svolta nei giorni scorsi, su iniziativa di Biancani, con il direttore sanitario di Marche Nord Edoardo Berselli, il direttore del 118 Alessandro Berardi e l’ingegnere Rodolfo Cascioli dell’Area Vasta 1. «Il 118 merita una sede adeguata e questa è la migliore soluzione possibile – spiega Biancani – una prima bozza di progetto è già stata redatta. Sarà una struttura di circa 120 metri quadrati, in legno, collocata nella stessa area all’interno del cortile dell’Ospedale. Il costo di 180mila euro sarà sostenuto dall’Asur e l’edificio resterà di proprietà pubblica. Questa scelta è stata condivisa con gli operatori del 118 che hanno sempre espresso la necessità di restare in una zona non troppo lontana dall’ospedale e dal centro cittadino. Il mio impegno per risolvere questo problema definitivamente sarà costante e ringrazio i rappresentanti dei lavoratori che mi hanno segnalato la situazione, chiedendomi un interessamento». Intanto si avvicina la data della protesta dei medici di strada, che oltre a una sede decorosa reclamano un trattamento contrattuale che elimini la precarietà.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito