Addio al professor Roberto Bertinetti

di Stefano Mascioni

La notte si è portata via Roberto Bertinetti, amico di lunga data con cui ho condiviso tante avventure professionali, organizzando insieme per dieci anni “Idee a San Vigilio, festival del pensiero contemporaneo“.

Con Roberto, eravamo riusciti a creare un salotto colto a 2000 metri d’altezza animato da personaggi come Reinhold Messner, Enry De Luca, Mauro Corona, Riccardo Illy, Lella Costa, Gianantonio Stella, Ferruccio De Bortoli, Massimo Cacciari, Giorgio Zanchini e tanti altri campioni dello sport, dell’impresa e della cultura intervistati dall’amico comune Gianfranco Fabi.

Roberto non aveva un carattere facile, ma era un infaticabile lavoratore, una penna raffinatissima e quando si metteva in testa una cosa, la sua “tigna” lo portava quasi sempre al traguardo che si era prefissato.

Fosse un libro, un trattato o una serie di conferenze. L’ho personalmente accompagnato tante volte alle presentazioni dei suoi libri, intrisi di cultura inglese e bon ton.

La sua cultura praticamente sconfinata gli permetteva di partecipare con garbo a qualsiasi conversazione e da lui ho imparato tante cose.

Tutta la redazione de IlFoglia.it è vicina a Patrizia, Francesca e Federica in questo difficile momento.

CIAO ROBERTO

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito