Come si Fa il Solfeggio

Si sente spesso parlare di Solfeggio ma pochi o quasi nessuno sa di cosa si tratta. Il solfeggio è la Suddivisione del tempo musicale e questo va battuto attraverso le mani e scandendo le note con la voce. Perciò per farlo c’è bisogno di una buona lettura a prima vista delle note.

Il solfeggio è la suddivisione del tempo. Perchè è così utile fare questa scansione del tempo? E’ utile per capire l’andamento ritmico di un certo brano musicale. Come ben sai, per poter leggere e comprendere un qualsiasi spartito musicale, hai bisogno di conoscere due importanti requisiti: il nome delle note e la durata delle note. Conoscendo questi due parametri potrai capire ed eventualmente suonare qualsiasi tipo di brano musicale. Il solfeggio per esempio, prende in considerazione tutti e due questi parametri. Infatti, si leggono le note (Do Re Mi Fa Sol La Si) e le si scompongono secondo la loro durata (e quindi il loro valore) attraverso i movimenti della mano.

Solfeggiare le note Per solfeggiare delle note, abbiamo la necessità di compiere alcuni movimenti con la mano. Questi movimenti possono essere fatti in tantissimi modi ma per prassi ti consiglierà il metodo più adatto: il metodo della croce. Infatti, dovrai muovere la mano proprio come una croce. Questo movimento della mano dovrà essere quindi suddiviso in 4 movimenti: In basso (in battere), a sinistra (in levare) a destra (in levare) In alto (in levare). In questo modo possiamo solfeggiare il tempo più comunemente usato ovvero il 4/4.

Solfeggiare i valori Quindi, se in una battuta da 4/4, abbiamo una nota da 4/4, supponiamo il Do, questa nota verrà così scomposta: Do-o o-o o-o o-o. Il Do, in una battuta di 4/4 è stato scomposto 8 volte. Questo perchè ogni scomposizione equivale ad un ottavo (croma) e in una battuta da 4/4 ci stanno all’ interno 8 crome il che combacia alla perfezione con ciò che abbiamo solfeggiato. Se invece per esempio in una battuta di 4/4 abbiamo all’ interno due note dal valore di 2/4 ciascuna (supponiamo Do e Re), allora la suddivisione diventerà: Do-o o-o Re-e -e-e. Ogni nota ha preso questa volta 4 scomposizioni poichè in ogni metà (minima) vi sono 4 crome.