Via Fratti, una rotatoria per ridurre la velocità delle auto

di Thomas Del Bianco

PESARO. Piste per le bici, spazi riservati ai pedoni e una nuova rotatoria per mettere in sicurezza via Fratti. Le auto sfrecciano ad alta velocità lungo la strada che da Pantano porta a Muraglia. Un problema sollevato dai residenti dei due quartieri che l’altra sera, insieme ai rappresentanti dei consigli rionali, hanno incontrato l’amministrazione comunale e i tecnici del settore viabilità. Sul piatto ci sono due proposte per consentire agli utenti deboli della strada, di percorrere via Fratti senza rischiare di essere investiti. In entrambi i casi sono previsti interventi sui due lati del percorso. La prima soluzione prevede di realizzare una pista ciclopedonale sul lato mare, separandola dalla carreggiata con un cordolo che in questo caso andrebbe a sacrificare i parcheggi. Sul versante opposto, invece, stalli per la sosta delle auto e a fianco camminamento per i pedoni. La seconda ipotesi progettuale indica la stessa disposizione su entrambiu i lati di via Fratti: pista ciclabile, affiancata da posti auto e a segurie, sul lato interno, i marciapiedi pedonali. Dopo il confronto con i residenti, i tecnici comunali faranno ulteriori approfondimenti e porteranno ai residenti una soluzione definitiva, che dovrà tenere conto anche dell’esigenza emersa durante l’incontro: l’inserimento di una rotatoria all’incrocio tra via Fratti e via Madonna di Loreto, poco dopo il Polvere di Caffè. “Creando una rotonda in quel punto, le auto che percorrono ad alta velocità via Fratti, saranno costrette a rallentare – spiega il presidente del Quartiere Muraglia-Montegranaro Luca Pandolfiinoltre, questo garantirebbe una maggiore protezione a chi si muove in bici o a piedi”.

Condividi
Thomas Delbianco

Thomas Delbianco

Gli occhi sulla città, da una vita. In provincia di Pesaro, non c'è pertugio dove non sia entrato il suo microfono. Dategli due ruote e una penna e vi racconterà il mondo.

thomas-del-bianco has 553 posts and counting.See all posts by thomas-del-bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito