Il genio di Leonardo da leggere come un romanzo

di Antonino Pasqualino Di Gregorio

Genio. Universalmente noto. Da cinquecento anni. Una delle ragioni per le quali noi italiani possiamo essere orgogliosi di esserlo, è il poter sostenere di essere nati dalla stessa terra nella quale è nato il protagonista del libro che vi suggerirò oggi.

Mi trovo, di nuovo, a scrivervi: ”non è un romanzo, ma si legge come se lo fosse”.

Questo anche perché, secondo me è un genio anche lo scrittore di questo libro. L’autore è il biografo contemporaneo che preferisco. Facciamo un gioco, vi dico i personaggi dei quali ha scritto le biografie e voi indovinate chi è? In rigoroso ordine sparso: Franklin, Kissinger, Einstein, Jobs. Indovinato? Sono certo che chi ha letto almeno una di queste biografie, non avrà dubbi, perché il modo di scrivere di questo gigante del giornalismo e dell’intrattenimento made in USA, non può lasciare indifferenti. Certo, può piacere o meno. Ma di sicuro, lascia il segno. Volete una prova? Ecco come inizia il libro che vi suggerisco questa settimana:

Fu quando era in procinto di superare l’inquietante traguardo dei trent’anni, che Leonardo da Vinci scrisse una lettera al signore di Milano elencando le ragioni per cui sarebbe stato opportuno offrirgli un lavoro. Leonardo aveva avuto un certo successo come pittore a Firenze, ma aveva incontrato difficoltà nel portare a termine le commesse ed era alla ricerca di nuovi orizzonti. Nei primi dieci capoversi della lettera pubblicizzava le sue doti di ingegnere…Soltanto al termine dell’undicesimo capoverso, aggiungeva di essere anche un artista. < Similter in pictura [conducerò] ciò che si possa fare ad paragone de omni altro> scriveva. Effettivamente ne aveva le capacità: in seguito avrebbe realizzato i due dipinti più famosi della storia, L’ultima Cena e la Gioconda (o Monna Lisa), Ma ai suoi occhi era, più che pittore, uomo di scienza e ingegnere.”

Siete già corsi a comprare il libro senza che ve ne scrivessi titolo, autore e casa editrice? Come dite? Avete già capito tutto? Non mi meraviglierei se così fosse. Walter Isaacson ti prende già dalla prima riga e ti porta dove vuole lui. A me è successo anche questa volta, al punto che non mi sono più staccato dalle pagine. Ogni momento in cui potevo l’ho dedicato alla lettura. D’un tratto non ero più in piazza del Popolo a Pesaro ma in Piazza della Signoria a Firenze, non più sul lungo Foglia, ma sul LungArno e poi Milano, e lungo il Naviglio Pavese dove Leonardo ha lasciato le sue chiuse ancora funzionanti a cinquecento anni dal suo passaggio.

Come al solito Isaacson mi ha dato un punto di vista nuovo su un personaggio noto, in particolare mi hanno fatto riflettere alcuni passaggi nella prima parte del libro:

 

In realtà quello di Leonardo era un genio umano, forgiato dalla sua volontà e dalla sua ambizione. Non derivava, come nei casi di Newton e di Einstein, dall’essere il divino beneficiario di una mente con una capacità di elaborazione tale da renderla insondabile per noi comuni mortali. Leonardo quasi non frequentò scuole ed era a stento in grado di leggere il latino o di risolvere lunghe divisioni. Il suo genio era del tipo che riusciamo a comprendere e da cui possiamo perfino trarre insegnamenti. Era basato su abilità che possiamo aspirare a coltivare in noi stessi, come la curiosità e l’osservazione attenta. Leonardo aveva un’immaginazione così eccitabile da rasentare i confini del fantastico e anche questa è una capacità che possiamo cercare di conservare in noi stessi e di assecondare nei nostri bambini.

Quasi a volerci dire che ognuno di noi potrebbe essere Leonardo? L’epoca in cui visse il Genio fiorentino non era così diversa dalla nostra e non è forse neanche un caso se il motto di un altro degli uomini di cui Isaacson ha scritto la biografia può essere riassunto in “Stay Hungry, Stay Foolish” ?

LEONARDO DA VINCI – Walter Isaacson – Mondadori
Adesso potete correre.
BUONAVITA

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito