La rotta dei trabaccoli pronta a stupire di nuovo

PESARO – La nuova sede della Lega Navale di Pesaro, luminosa e fresca di lavori, ha fatto da teatro per la presentazione della 34° edizione della classica regata d’altura “Sulla rotta dei trabaccoli, che si svolgerà sul tragitto Pesaro-Pola e ritorno. In prima fila il consigliere regionale Andrea Biancani, il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, e il comandante della Capitaneria di porto Silvestro Girgenti, ad ascoltare la presentazione del presidente Ermanno Sgarzini, e del responsabile del comitato organizzativo Comandante Antonio Rossini.

Quest’anno la formula sarà arricchita dal coinvolgimento delle sezioni di Ancona, Rimini, Ravenna e Trieste e al nuovo calcolo dei punteggi per le classifiche finali. Infatti l’ultimo tratto della regata, con partenza da Pola, non avrà più solo Pesaro come destinazione finale ma raggiungerà invece i singoli porti delle sezioni partecipanti. Inoltre, ai fini delle classifiche, si sommeranno anche i punteggi ottenuti nella tradizionale regata tra le isole di Pola che in passato costituiva un programma a parte.

 

Si parte il 26 aprile

La partenza avverrà giovedì 26 aprile con la tratta Pola-Pesaro, riservata alle sole imbarcazioni dell’Istria. La partenza della tratta Pesaro-Pola, con tutte le imbarcazioni iscritte, avverrà nel pomeriggio di sabato 28 aprile dal porto di Pesaro. Il programma sull’altra sponda dell’Adriatico prevede il lunedì 30 aprile la regata di 12 miglia tra le isole dell’arcipelago Brioni. La terza tratta della regata, riservata alle sole imbarcazioni italiane, prenderà il via nella mattinata di martedì 1 maggio con arrivo a Pesaro, e alle altre destinazioni delle varie Sezioni coinvolte, tra la sera stessa di martedì e la mattina successiva.

Il video del tragitto realizzato dalla Lega Navale di Pesaro

Il regolamento prevede la partecipazione di cabinati a vela di lunghezza superiore a 8 metri, divisi in due gruppi: barche da regata e barche da veleggiata. All’interno di questi gruppi sono previste suddivisioni per classi, a seconda della lunghezza dello scafo. La premiazione finale avverrà a Pesaro, sempre nella sede della Lega Navale, nel pomeriggio di sabato 5 maggio.

Tra le simpatiche curiosità della manifestazione anche quest’anno è previsto il premio di un prosciutto per le due barche (regata e veleggiata) che taglieranno per prime la linea di boa del primo tratto, all’altezza della Palla di Pomodoro. Saranno inoltre sorteggiate fra i partecipanti sei batterie di pentole Flonal donate dall’azienda. Da segnalare la felice collaborazione con la Scuola del Libro Liceo Artistico Urbino che ha realizzato l’immagine di copertina della pubblicazione sulla regata.

Ricci e l’idea del “Portobello”

Tra qualche settimana faremo il punto sugli interventi fatti, sui lavori in corso e sulle cose che restano da fare – spiega Ricci durante la presentazione – l’idea di fondo resta il ‘Portobello’, ovvero un porto commerciale, ma con più appeal sul lato turistico. Abbiamo impostato un lavoro con Capitaneria e Autorità di sistema portuale: ne parleremo in quell’occasione, la sede rinnovata della Lega navale locale è un bel contributo al tema,  chiameremo a raccolta tutti i soggetti coinvolti sul futuro del porto”. Rispetto alla regata: “Notevole lo sforzo degli organizzatori. E’ una manifestazione che promuove pienamente la città. Che noi stiamo cercando di rendere più attrattiva: ora cominciamo a vedere i primi risultati”. Il sindaco ha fatto riferimento, tra l’altro, al “rapporto storico con Pola, la Dalmazia e l’Istria”, citando padre Damiani: “Una figura di riferimento per gli esuli, negli anni del dramma delle foibe. Con la regata rafforziamo l’amicizia tra due terre affacciate sull’Adriatico”.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito