Il bello della diretta

di Paolo Pagnini

In questa epoca nella quale tutto è replicabile, tutto viene registrato e poi rimane  disponibile “on demand”, penso che il vero senso del vivere una vita “in diretta” stia nella contemporaneità.

L’esperienza vera del vivere in parallelo al succedersi di certi accadimenti, del condividere (nel senso “antico” e non in quello “digitale” del termine) fasi di esistenza in contemporanea con quella di altri esseri umani, è quello che rende significativo, importante e unico il senso del mio quotidiano risveglio mattutino.

Mio e di chi, tra noi, si accorge e apprezza questa unicità.

Essere (o essere stato) un contemporaneo di Valentino Rossi, Alberto Tomba, Michael Schumacher, Roger Federer, Lorenzo Cherubini Jovanotti, Bruce Springsteen, Steve Jobs, Renzo Arbore, Giorgio Gaber, Franco Bolelli, Andrea De Carlo, Alessandro Baricco e di tutti quelli che seguo con attenzione ed interesse, mostrandola ai miei occhi e al mio cuore ineguagliabile e dunque unica, regala alla mia vita e al mio personale universo mondo un tratto di straordinarietà.

Naturalmente l’àmbito lo estendo anche alla mia famiglia e a tutti quelli con cui interagisco quotidianamente, e dai quali mi arrivano talmente tante e intense sensazioni ed emozioni, da rendermi appunto felice di essere loro contemporaneo, e di poter condividere in parallelo un pezzo di reciproca esistenza.

Perché posso anche appassionarmi ad un periodo storico di un passato più o meno remoto, posso anche farmi trascinare da una musica composta quando ancora non ero nato, posso anche immergermi nella lettura di un classico della letteratura di un secolo fa, ma l’idea che ieri, ad esempio, è uscito il nuovo libro di De Carlo, e leggerlo subito, come si dice fresco di stampa e soprattutto pensare che nell’esatto periodo in cui lui stava impegnando una gran parte del tempo della sua vita scrivendolo, io stavo comunque vivendo un pezzo della mia, ecco, questa idea mi entusiasma, e mi fa sentire veramente vivo. E contento di esserlo, proprio, esattamente, in questo periodo.

Condividi
Paolo Pagnini

Paolo Pagnini

Sono nato, leggo, scrivo e vivo a Pesaro. Qualcuno un giorno mi ha definito "divulgatore trasversale"

paolo-pagnini has 113 posts and counting.See all posts by paolo-pagnini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito