Urbino: alcolici ai minori, nei guai gestori di bar e discoteca

URBINO – Nell’ambito di attività amministrativa finalizzata al controllo dei locali di intrattenimento e danzante, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Urbino ha effettuato nel periodo estivo appena trascorso una serie di accertamenti a numerosi esercizi pubblici del territorio urbinate.

L’attività è stata concentrata principalmente su aspetti legati al pubblico giovanile che frequenta i locali notturni, alla prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti e alcoliche, in particolar modo ai minori. In totale sono stati sottoposti a verifica sette locali, cinque presenti a Urbino e due nel territorio circostante. 32 persone complessivamente controllate, tra avventori, esercenti dei locali e dipendenti.

Al termine della citata attività sono emerse alcune irregolarità, alcune di carattere amministrativo e altre penalmente rilevanti, così riassunte:

  • I gestori di una discoteca sono stati sanzionati per aver somministrato alcolici a minori in una fascia di età compresa tra i sedici e i diciotto anni, ai sensi dell’art. 14 ter della l. 125/2001: in questo caso, in caso di recidiva è prevista la sospensione dell’attività per tre mesi ;
  • Il titolare, il barista e il cassiere di un locale di intrattenimento sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Urbino ai sensi dell’art. 689 del codice penale per avere somministrato bevande alcoliche, a base di vodka, a minore di anni 16;
  • Il gestore di un altro locale pubblico è stato sanzionato amministrativamente per avere utilizzato come personale addetto alla sicurezza soggetti non iscritti nell’apposito elenco prefettizio;
  • Altri due gestori di locali sono stati sanzionati per irregolarità connesse ai dipendenti, in particolare per ciò che riguarda l’attività e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Detti controlli si ripeteranno anche nel periodo autunnale e invernale, in particolar modo per quanto riguarda la movida urbinate in occasione delle cosiddette “notti del giovedì”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito