Aggressione in treno, Lanzi: servono interventi legislativi

di Marco Lanzi*

Sul treno regionale veloce Ancona – Piacenza di venerdì mattina molte persone hanno vissuto momenti di terrore.

A fare le spese della furia di un cittadino di origini congolesi di trent’anni sono stati un capotreno donna e tre appartenenti alle forze di polizia che viaggiavano sul treno per conto proprio e sono prontamente intervenuti per bloccarlo.

Esprimiamo la nostra totale solidarietà e vicinanza al capotreno e ai colleghi vittime dell’aggressione.

Il fatto che nonostante la convalida dell’arresto l’autore dell’aggressione non trascorra un solo giorno in carcere, purtroppo non fa altro che aumentare la convinzione che chi commette dei reati anche con condotte così violente goda di una quasi totale impunità.

Servono immediati interventi legislativi che diano un vero e reale valore alla parola giustizia.

*Segretario Provinciale SIULP

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito