Monteciccardo: arrestati 3 marocchini per spaccio di hashish

di Stefano Mascioni

PESARO – Mai sottovalutare il fiuto dei Carabinieri. Lo sanno bene tre giovani marocchini tra i 20 e i 28 anni, che sono stati arrestati durante un’operazione antidroga che si è conclusa nelle prime ore di questa mattina. Tutto è cominciato quando una pattuglia in borghese che stava effettuando un normale controllo del territorio, a Pesaro, ha riconosciuto un soggetto marocchino residente in provincia di Rimini fermato circa un mese fa per possesso di cocaina.

Era alla guida di una Fiat Punto che non era la sua, usata probabilmente per non dare nell’occhio e in compagnia di un secondo marocchino. I militari, hanno capito che forse era meglio cercare di capire quali fossero le intenzioni dei due, e invece di bloccarli subito, hanno iniziato un pedinamento durato circa 2 ore e terminato nei pressi di una palazzina a Monteciccardo, dove nel frattempo è arrivata una seconda auto civetta che ha bloccato la via d’uscita. I militari, hanno aspettato ancora, poi a un certo punto dalla palazzina è uscito un terzo soggetto marocchino, che ha iniziato una sorta di trattativa fino a quando c’è stato lo scambio vero e proprio dello stupefacente. A quel punto i Carabinieri sono entrati in azione e hanno recuperato 5 panetti di hashish da circa 100 grammi l’uno, marcati con la sigla “Louis”, malgrado i tre avessero tentato di nasconderli sotto l’automobile. A quel punto, i militari hanno anche perquisito l’appartamento del terzo marocchino di Moneciccardo destinatario del pacco di stupefacente e hanno ritrovato altri 200 grammi circa di stupefacente divisi in due panetti, uno più piccolo nascosto sotto al materasso, l’atro più pesante occultato dentro a un buco scavato all’interno del materasso stesso. In totale, lo stupefacente sequestrato ha un valore commerciale di circa 7.000 euro. I tre sono stati immediatamente arrestati, sono stati sequestrati 450 euro ritenuti provento dello spaccio e poi i marocchini sono stati trasferiti al penitenziario di Villa Fastiggi in attesa della convalida dell’arresto.

L’intera operazione sotto la supervisione del Maggiore Patrizia Gentili, comandante della compagnia di Pesaro, è stata coordinata dal Capitano Massimiliano Iori, comandante del Norm e dal luogotenente Francesco Paragallo, comandante dell’aliquota radiomobile, che hanno dato subito concretezza alle recenti disposizioni del prefetto Carla Cincarilli in merito al contrasto del traffico di stupefacenti, un’attività che sotto le feste è sempre più intensa ma che deve fare i conti con il maggior impegno dell’Arma, come ha spiegato lo stesso comandante provinciale Tenente Colonnello Luciano Ricciardi.

Condividi

Stefano Mascioni

Milanese per vocazione, innamorato della provincia di Pesaro, tra i primi in Italia a diventare giornalista professionista lavorando per una testata online. Il sogno proibito: fare informazione di qualità.

stefano-mascioni has 168 posts and counting.See all posts by stefano-mascioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito