Urbino: reagisce alla perquisizione e ferisce due agenti, arrestato spacciatore-studente

URBINO – Gli agenti della Polizia di Urbino, dopo una serie di indagini, hanno arrestato un 23enne, studente universitario di origine calabrese, nella flagranza dei reati di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

L’operazione rientra fra le attività di contrasto del traffico di stupefacenti in particolare in occasione delle famigerate “serate del giovedì, quando scatta la baldoria nel centro storico di Urbino che coinvolge soprattutto i giovani studenti maggiore è la presenza di persone, soprattutto giovani studenti.

Il 15 febbraio scorso i poliziotti, forti dei sospetti generati dalle indagini, erano convinti che il 23enne fosse dedito allo spaccio di droga, e per questo motivo hanno effettuato una perquisizione a casa del giovane, rinvenendo e sequestrando 2 dosi di cocaina, circa 650 grammi di marjuana suddivisi in dosi e 2 grammi di hashish, oltre a un bilancino di precisione a circa 40 grammi di sostanza da taglio ed alla somma di 1.300 euro in contanti.

Nella circostanza il ragazzo si è opposto al controllo, reagendo violentemente nei confronti degli agenti, due dei quali hanno riportato lievi lesioni. Conseguentemente il ragazzo veniva tratto in arresto.

Questa mattina, l’arresto è stato convalidato dall’autorità Giudiziaria, che contestualmente ha disposto che l’indagato venisse rimesso in libertà in attesa del processo

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ok
Questo sito utilizza cookies di profilazione e di terze parti che consentono di migliorare i nostri servizi per l'utenza. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito